Dario, arrivato in Umbria da Ravenna nel 1978 e Dagmar, tedesca, arrivata in Italia nel 1981, si sono conosciuti in una comune agricola vicino ad Orvieto.

 

Dario e Dagmar raccontano:

Nel 1983 acquistammo un podere abbandonato da 15 anni. I campi erano incolti e la casa quasi un   rudere, ma il luogo ci parve avere un suo fascino: è nata così Walden.

 

Gli iris erano in fiore quel 26 aprile del 1983 quando per la prima volta abbiamo visto Walden.

 

 

 

 

 

 

La strada di accesso assomigliava più a un torrente senza acqua, le erbacce e i rovi assediavano la casa perché quel luogo era abbandonato da diversi anni.

 

ma nonostante ciò quel posto ci piacque subito .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Iniziammo a sistemare una parte della casa, per renderla abitabile prima dell'inverno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Poi rifacemmo il forno a legna (ancor prima di fare il bagno dentro casa)...

 

 

 

 

 

 

 

perché farci il pane era per noi una priorità… quasi un rito.

 

 

 

 

 

 

 

Nel frattempo nascevano 
e crescevano i figli.

 

 

 

 

 

 

 

 

Jordie, nato nel 1982

 

 

 

 

 

 

Jennifer, nata nel 1984

 

 

 

 

 

 

Judith, nata nel 1986

 

 

 

 

 

Julia, nata nel 1990

 

 

Così iniziammo ad ampliare la casa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Così era prima

 

 

 

 

 

 

 

e così è diventata dopo

 

 

 

 

 

 

 

Poi, Dario e Dagmar
hanno deciso che
quattro figli bastavano...

 

 

 

 

 

Nel 1988 è arrivato 
Peppe, conosciuto 
come il "professore".

 

 

 

Seguito dalla Sabrina.

Si erano iniziati anche i lavori per la costruzione di una nuova stalla con fienile per le mucche.

 

...e una per i cavalli.

 

 

 

 

 

 

 

 

e alla fine si pittura il tetto…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La stalla è stata ultimata e le mucche…

 

 

 

 

 

 

 

e i cavalli sembrano contenti della loro casa.

 

 

 

 

 

 



Si sta pensando di costruire una nuova casetta al posto delle vecchie porcilaie. Sarà la casa di Edwin e Paula, i genitori di Dagmar, che sempre più spesso passano dei lunghi periodi a Walden.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Edwin, ha dato un grosso aiuto alla costruzione di Walden.

 

Paula, cucina 
per tutta la famiglia.

1992: si inizia la demolizione. Nel frattempo il vecchio olmo si è definitivamente seccato. Il suo tronco (120 cm. di diametro) era completamente cavo e i bambini lo usavano come nascondiglio, calandosi dentro con una scala.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I vecchi del paese raccontano che già durante la guerra era cavo e che il contadino vi nascondeva il grano e le provviste per preservarle dalle razzie dei Tedeschi. Edwin invece porta della paglia dentro una vecchia gerla per la stalla delle galline.

Un'ultima foto tra i rami del gigante morto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si prepara per la costruzione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le fondamenta… Sullo sfondo vi è una montagna di sassi ricavati dalla demolizione delle porcilaie e che verranno riutilizzati per la nuova costruzione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro è quasi alla fine.

 

 

 

 

 

 

 

 

Una vecchia botte per il vino…questa era la nostra prima piscina.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ma nel 1995 si inizia la costruzione di una piscina vera.

 

 

 

 

 

 

 

Nel 1996 si decide
di costruire un 
edificio per l'agriturismo.

 

 

 

 

 

 

 

Tra la piscina e il bosco…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...prende forma la nuova costruzione.

 

Nell'autunno 2014 Jennie, Stefano, Arun e Michele sono venuti a vivere a Walden aprendo un nuovo capitolo nella sua storia.

Fino al 2015 Michele, Arun e Gaia, amici di famiglia, si occupano della cucina di Walden.