Proponiamo:

- menù fissi di quattro portate, che variano in base alla stagionalità e alle idee del cuoco.

- una piccola carta con taglieri di formaggi e salumi locali e una scelta di piatti variabili a seconda di quello che si trova nell'orto.

- una carta di vini naturali, birra artigianale e bibite.